Malattie infantili. Febbre alta e rossori, in alcuni casi gravi mal di testa e prurito. Come comportarsi quando il piccolo è affetto da una di queste malattie? Non sono pericolose, tra vaccini e antibiotici possiamo difenderci con tranquillità, ma è bene conoscerle.

I nostri bambini, si sa, sono spesso vittime di malattie infettive. In definitiva se si chiamano anche malattie infantili, un motivo ci sarà. I bambini sono soggetti a prendere queste malattie perché ancora non hanno ben sviluppato gli anticorpi, quindi sono più deboli. Inoltre gli agenti patogeni si sviluppano e trasmettono molto più facilmente tra i bambini, soprattutto nella fase del gioco.

Tra le tante malattie infettive che possono colpire i nostri bambini, quali sono quelle più pericolose?Rassicuriamo intanto tutte le mamme ‘in linea’ dicendo che al giorno d’oggi le malattie infettive non sono poi così pericolose. Molte si evitano o attenuano grazie ai vaccini, altre si curano facilmente con un comune antibiotico.

In linea generale possiamo fare una prima classificazione delle malattie dei bambini. Le malattie esentematiche e quelle non. Le prime sono quelle che si manifestano con eruzioni cutanee come il morbillo e la rosolia. Le seconde sono attribuite solitamente all’apparato orofaringeo e sono orecchioni e tosse canina (pertosse).

Entrambi i ‘gruppi’ di malattie possono dar luogo a febbre molto alta, mal di testa e dolori di diversa natura. Inoltre nei casi di Rosolia e Varicella, le manifestazioni cutanee possono essere accompagnate da prurito di diversa entità.

Ma come comportarsi in caso di malattie infettive? Ricordate innanzitutto di avvisare le mamme degli amichetti, così che possano controllare i loro bambini. Ma anche per evitare visite, visto che per diversi giorni dalla manifestazione il bambino può essere infettivo. Questa precauzione a volte non è sufficiente perché la maggior parte delle malattie infettive si trasmette anche durante la fase di incubazione, che può durare dai 5 ai 20 giorni.

Solitamente vi accorgerete della infezione a causa della forte febbre che colpirà il piccolo. Somministrate un antipiretico e consultate il medico. Dopo una visita sarà in grado di diagnosticare la malattia e somministrarvi la cura più adatta. Non sempre per le malattie infettive vengono somministrati antibiotici, ma spesso capita che alcune malattie si manifestino in forma tanto violenta da doverne consigliare l’uso per diverso giorni.

via : www.inran.it